Smartphone

Redmi K20 confermato ufficialmente e la K sta per “killer”

Redmi K20

Il General Manager di Redmi, Lu Weibing, ha affermato attraverso Weibo che il nome del prossimo telefono di punta del brand  Redmi sarà Redmi K20 e avrà una versione Pro. Purtroppo non ha fornito ulteriori informazioni sulla data di lancio o sulle specifiche tecniche.

Redmi ha confermato solo il nome Redmi K20, ma deve ancora rivelare la data di lancio. C’è la possibilità che il telefono possa diventare ufficiale entro la fine di questo mese in Cina. Come accennato in precedenza, la società dovrebbe anche lanciare Redmi K20 Pro a fianco. Si è ipotizzato che uno di questi telefoni potrebbe finire come Poco F2 sui mercati internazionali.

Ad ogni modo, Lu Weibing ha nelle ore successive rivelato su Weibo che il Redmi K20 è un killer di fascia alta e ha aggiunto che la serie K includerà solo smartphone di punta. Quindi, la K sta per Killer, con la possibilità che Redmi K20 vada a prendere il posto dei primi modelli di OnePlus che venivano soprannominati flagship killer per il loro super rapporto qualità prezzo.

Ricordiamo che fra le altre specifiche a noi note del Redmi K20 troviamo la presenza del SoC Qualcomm Snapdragon 855, sviluppato e prodotto a 7 nm con la presenza di una nuova architettura a otto core a tre cluster (1 × 2,84 GHz + 3 × 2,42 GHz  + 4 × 1,8 GHz) e una configurazione fotografica simile a quella dello Xiaomi Mi 9 SE, quindi con tripla fotocamera da 48MP + 13MMP + 8 MP, di cui l’obiettivo principale 48MP è un sensore IMX586 Sony che supporta la modalità Super Night Scene.

Sul fronte della GPU troveremo la Adreno 640 mentre è ancora sconosciuta la quantità di RAM che però, già nella variante base, non dovrebbe scendere al di sotto dei 6 GB. A completare la dotazione ci penseranno un chip NFC e un chip per la ricarica wireless.

Come nota a margine vorremmo farvi notare che la serie K incomincerà direttamente con il numero 20. Dov’è finito il modello K10?

Via

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.