Smartphone

Xiaomi ha venduto in India 2 milioni di Redmi Note 7 e Redmi Note 7 Pro in soli 2 mesi

Xiaomi Redmi Note 7

Che il Redmi Note 7 sia un vero e proprio best Buy per questo 2019 lo sapevamo ancor prima della presentazione ufficiale. Tuttavia, un costo è sapere che venderà bene e un altro è vedere gli esatti numeri di vendita.

Insieme alla versione Pro, il Redmi Note 7 in India è riuscito a vendere oltre 2 milioni di unità in appena 2 mesi di commercializzazione. In media, si tratta di 2,5 unità al giorno. Potete solo immaginare la felicità di Manu Kumar Jain, VP di Xiaomi India, nel condividere col mondo questi dati.

Manu Kumar ha stuzzicato ancora l’attenzione preannunciando anche l’arrivo di un nuovo smartphone con la stessa fotocamera da 48 Mpixel.

Parte delle vendite probabilmente sono dovute alle stravaganti campagne marketing che Xiaomi ha escogitato per questi smartphone, come ad esempio il lancio nello “spazio” a bordo di un pallone aerostatico per scattare una foto della Terra con la fotocamera da 48 Pixel.

L’unica pecca che è stata trovata sul Redmi Note 7 è l’assenza del chip NFC, che ne porta via la funzione di pagamento in mobilità via Google Pay e Mi Pay. Nonostante ciò, ha una serie di specifiche tecniche di fascia superiore a quello che è il suo prezzo di vendita.

Ricordiamo che il Redmi Note 7 è acquistabile ufficialmente anche in Italia al prezzo di partenza di 179 euro. Seppur con un prezzo leggermente gonfiato rispetto a Cina e India, lo smartphone rappresenta un best Buy anche nel Bel Paese, dove Xiaomi ha già conquistato la Top 5 dei produttori (a soli 12 mesi dall’arrivo).

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che per rimanere sempre informati sull’universo MIUI e sulle novità di Xiaomi, oltre a seguire il nostro blog (e il nostro gemello Miui.it ), potete anche seguire i nostri social FacebookTwitter e Instagram.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.