Router

Xiaomi MiWiFi Mesh Router in vendita dal 13 maggio a 130 euro

Xiaomi MiWiFi Mesh Router

Xiaomi sta per lanciare sul mercato uno dei prodotti più interessanti egli ultimi mesi al di fuori del mondo degli smartphone. Stiamo parlando del Xiaomi MiWiFi Mesh Router, annunciato lo scorso marzo e in vendita dal 13 maggio a 999 yuan che, al cambio attuale, equivalgono a circa 130 euro.

Per chi non lo sapesse, una rete mesh fa affidamento su un modem router centrale che è connesso fisicamente ad Internet mediante doppino in rame o cavo RJ45 e su dei satelliti che si occupano di distribuire il segnale Wi-Fi in tutta la casa. A differenza dei ripetitori di segnali o delle powerline, il sistema mesh crea una sola rete con SSIID e password unici.

Le reti mesh sono inoltre estremamente affidabili, poiché ogni nodo è connesso a molti altri nodi: se un nodo viene meno alla rete, a causa di problemi hardware o qualunque altro motivo, i nodi vicini semplicemente cercano altri percorsi per trasmettere il segnale.

Per quanto riguarda lo Xiaomi MiWiFi Mesh Router, fra le sue caratteristiche tecniche troviamo un processore quad-core ARM DAKOTA di Qualcomm, di cui la frequenza single-core raggiunge 717 MHz, il che rende non solo la gestione della rete ma anche le capacità di streaming video online più fluida. Esso è abbinato a 256MB di RAM, supporto sia alla frequenza a 2,4Ghz che a 5Ghz, Gigabit powerline e ha una presa Ethernet. Attraverso quest’ultima è poi possibile raggiungere una velocità massima di 867 Mbps (limite massimo teorico).

Ogni set di router Mesh può connettere fino a 248 dispositivi e la connessione è stabile e non dovrebbe presentare interferenze.

Dal punto di vista estetico invece lo Xiaomi MiWiFi Mesh Router ha una scocca a forma di cilindro appiattito che permette di garantire un buon compromesso fra bellezza estetica, raffreddamento e disposizione ideale delle componenti. A proposito di raffreddamento, all’interno della scocca è presente un grande dissipatore in metallo trattato con uno strato di nano particelle che ne aumentano le proprietà di raffreddamento.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.