Mi TV

Xiaomi ha venduto mezzo milione di Mi TV in India in soli 6 mesi

Xiaomi Mi TV 4A 32 SE

Xiaomi ha annunciato di aver venduto più di mezzo milione di unità Mi TV in India in appena sei mesi. Si tratta di un risultato leggermente migliore rispetto a quanto fatto l’anno scorso, in cui nell’intero anno arrivò a spedire 1 milione di Mi TV (la seconda parte dell’anno è quando se ne vendono di più grazie alle festività natalizie).

Questo risultato segna un record ed è un traguardo chiave per Xiaomi India“, ha dichiarato la società in un comunicato stampa. “Siamo estremamente orgogliosi di condividere questo traguardo con i nostri fan e partner. Ci sono voluti anni di pianificazione per ottenere la progettazione hardware, l’interfaccia utente Patchwall intelligente e le partnership software per offrire un’esperienza TV davvero intelligente ai nostri Mi Fans. Siamo contenti che mezzo milione di indiani abbiano riposto la loro fiducia in una Mi TV in così breve tempo. Sulla base di ciò che sappiamo, nessun altro marchio ha mai realizzato questo in India. Siamo estremamente grati a tutti i nostri Mi Fan per il loro straordinario supporto e continueremo a lavorare duramente per superare costantemente noi stessi come abbiamo fatto in molte occasioni quest’anno. Sono particolarmente grato al nostro partner Flipkart che ha esteso il proprio sostegno e ha reso Mi TV un prodotto di grande successo. Una cosa che vorrei condividere con i nostri Mi Fan è che questo è solo l’inizio di un bellissimo viaggio in Mi TV e ci saranno molti altri motivi per festeggiare“.

Ricordiamo che lo scorso 23 aprile Xiaomi ha lanciato 4 nuove Mi TV dal rapporto qualità prezzo eccellente in aggiunta a un modello di fascia alta dal design particolarmente attraente. Al momento tali modelli sono disponibili solo in Cina ma non escludiamo che a breve facciano il salto verso il mercato indiano.

Purtroppo la nostra domanda su quando la Mi TV arriveranno in Italia rimane ancora senza risposta.

Via

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.