Xiaomi

Xiaomi dominatrice assoluta in India per 7 trimestri consecutivi

Xiaomi India

Mentre in Cina possiamo dire che Xiaomi non sta andando male, è innegabile che sia l’India il mercato più florido e in ascesa. Xiaomi è salita in cima al mercato degli smartphone indiani nel terzo trimestre 2017 e, da allora, il suo pugno sul mercato telefonico indiano è diventato sempre più stretto. Secondo l’ultima analisi di mercato di Canalys, Xiaomi sta continuando a primeggiare nel mercato degli smartphone indiani per il primo trimestre del 2019. Questo è il settimo trimestre consecutivo in cui la società rimane al top.

Il colosso cinese ha raggiunto il primo posto con una quota di mercato del 31%. Dietro Xiaomi c’è Samsung con il 24% di share mentre Vivo e Oppo hanno rispettivamente il 15% e il 9% di quota di mercato classificandosi ai piedi del podio in terza e quarta posizione.

Guardando le spedizioni effettive, Xiaomi ha spedito 9,5 milioni di unità, in crescita del 4,3% anno su anno, mentre le spedizioni di Samsung sono state di 7,3 milioni di unità, in calo dell’1,8% su base annua.

Vivo ha avuto un’imponente salita con la spedizione di 4,5 milioni di unità, in aumento del 108,2% su base annua; OPPO ha consegnato 2,8 milioni, un aumento anno su anno dell’1%.

Il VP di Xiaomi India, Manu Kumar Jain, ha condiviso con entusiasmo queste informazioni su Facebook dicendo “Questa è la stagione del 7. Apparentemente, il Redmi Note 7 Pro, il Redmi Note 7 e il Redmi 7, che sono stati tutti rilasciati quest’anno, hanno avuto un ruolo importante nelle vendite di Xiaomi.

Dal momento che il marchio Redmi è ora indipendente, ci sarebbe piaciuto vedere le prestazioni del brand Redmi separatamente, proprio come le abbiamo per Huawei e Honor.

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che per rimanere sempre informati sull’universo MIUI e sulle novità di Xiaomi, oltre a seguire il nostro blog (e il nostro gemello Miui.it ), potete anche seguire i nostri social FacebookTwitter e Instagram.

Via

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.