Smartphone

Xiaomi rende open source i codici kernel di Redmi Go e Redmi Note 7

Aliexpress WW

Dopo aver rilasciato quelli dei top di gamma Mi 9 e Mi 9 SE, Xiaomi ha provveduto a pubblicare (e quindi rendere open source) i codice kernel legati a Redmi Go e a Redmi Note 7.

L’avvicinamento di un produttore agli sviluppatori indipendenti è sempre un’ottima cosa, soprattutto se si tratta di file utili a migliorare il supporto esterno a uno smartphone.

Ricordiamo comunque che si tratta di un’ottima notizia che però non va ad impattare direttamente sugli utenti finali.  C’è da dire infatti che i codici sorgenti sono utili agli utenti solo in maniera indiretta. Infatti, nonostante essi non possano essere utilizzati per niente di immediato, permettono un’ottimizzazione molto avanzata delle ROM AOSP di terze parti.

Con il rilascio dei sorgenti kernel, aspettiamoci di vedere compilate molte più ROM Custom basate sul codice AOSP. Fra l’altro, considerando che Redmi Note 7 è stato commercializzato con a bordo Android 9 Pie pre-installato, vi è il pieno supporto al Project Treble.

Ciò significa che qualunque GSI (General System Image) compilata per gli smartphone che supportano il Project Treble funzionerà senza problemi sul Redmi Note 7.

La cosa è un po’ differente per il Redmi Go che seppur potrebbe anche essere interessato dallo sviluppo di custom ROM, il suo hardware è stato specificatamente tarato per una versione depotenziata di Android.

A questo punto bisognerà attendere che il team della TWRP rilasci la propria versione di Custom Recovery per avere tutti i pezzi necessari per addentrarsi nel mondo del modding sul Redmi Note 7.

Nel caso foste interessati, qui di seguito vi lasciamo il link per procedere al download degli stessi nel caso foste interessati alla compilazione di ROM Custom:

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.