Smartphone

La MIUI 10.3 sarà l’ultimo aggiornamento per Xiaomi Mi Max e Mi Max Prime

Seppur Xiaomi sia solita rilasciare moltissimi aggiornamenti e costanti nel tempo per i suoi smartphone, anch’essa ha una finestra più o meno ampia oltre la quale smette di supportare uno smartphone. A questo proposito, vi segnaliamo che la MIUI 10.3 sarà l’ultimissimo aggiornamento che riceveranno Xiaomi Mi Max e il Mi Max Prime.

Xiaomi Mi Max è stato lanciato a maggio 2016, con un grande display da 6,44 pollici e il SoC Qualcomm Snapdragon 650, mentre Mi Max Prime è stato equipaggiato con il SoC Snapdragon 652 di Qualcomm. Il clou di entrambi questi dispositivi è stato il grande display, ospitato all’interno di un corpo ancora più grande in un’epoca in cui gli OEM non facevano di tutto e di più per ridurre al minimo le cornici attorno agli schermi.

Come Xiaomi nota nel post dell’annuncio, Xiaomi Mi Max e Xiaomi Mi Max Prime hanno ricevuto la loro ultima MIUI 10 Beta con il rilascio della versione 9.2.28. Non ci saranno più versioni beta MIUI per questi dispositivi.

L’aggiornamento stabile alla MIUI 10.3 dovrebbe essere rilasciato nell’aprile 2019 per entrambi questi dispositivi. Gli utenti della Beta possono scegliere di rimanere sulla versione beta, oppure possono tornare al canale stabile per ricevere l’aggiornamento finale imminente.

Lo Xiaomi Mi Max è stato seguito da Mi Max 2 e poi, più recentemente, dal Mi Max 3. Nonostante la natura piuttosto di nicchia del suo pubblico, Xiaomi sembra rimanere fedele al grande schermo (adottando però un design con cornici ridotte).

Prima di lasciarvi, vi vogliamo ricordare che per rimanere sempre informati sull’universo MIUI e sulle novità di Xiaomi Italia, oltre a seguire il nostro blog (e il nostro gemello Miui.it) e i nostri social, vi consigliamo di unirvi alla Mi Community (anche attraverso l’app ufficiale), dove troverete moltissimi utenti pronti ad aiutarvi e a condividere le loro opinioni su tutto ciò che riguarda Xiaomi.

Via

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.