Gadget

Xiaomi Mi Powerbank 3 Pro disassemblato: c’è molto più di quello che sembra

Xiaomi Mi Powerbank 3 Pro

Circa un mese fa, Xiaomi ha presentato la Mi Powerbank 3 Pro, la terza generazione di powerbank lanciata dall’azienda cinese. Xiaomi ha avuto molto successo con vari modelli sul mercato ma la Mi Powerbank 3 Pro porta le cose ad un livello completamente nuovo. La caratteristica di spicco, oltre alla sua enorme capacità di 20.000 mAh, è il supporto di ingresso e uscita da 45 W USP PD. Se però le caratteristiche tecniche “sulla carta” sono interessanti, lo è ancora di più scoprire com’è fatto all’interno. Per farlo, ci affidiamo a un teardown che mostra anche funziona.

Xiaomi Mi Powerbank 3 Pro utilizza due USB Type-A unidirezionali e una bidirezionale USB Type-C, che supportano più protocolli di ricarica rapida. Tra questi, l’interfaccia USB-C supporta input e output USB PD da 45W. Attraverso il teardown delle varie porte di ricarica, è stato riscontrato che sul circuito di Mi Powerbank 3 Pro sono state apportate molte innovazioni per poter accogliere le nuove funzionalità.

È dotato di Renesas ISL9238 e Jiehuaite JW3651, due chip di tensione di picco che sono abbastanza rari nelle powerbank dotate di supporto allo standard PD USB. Mentre l’ISL9238 è responsabile per la ricarica e lo scaricamento bidirezionale della porta USB-C, il JW3651 è responsabile per l’uscita di energia elettrica della porta USB-A e per l’architettura di alimentazione indipendente in grado di soddisfare l’output con wattaggi variabili.

Inoltre, l’interno di Xiaomi Mi Powerbank 3 Pro mostra che è dotato di chip di equalizzazione della tensione della batteria TI BQ29200, grazie al quale poter integrare batterie a due corde. Tre diversi protocolli di ricarica rapida come la Quick Charge sono implementati usando il chip Scorpio FP6601Q. La ricarica rapida USB PD viene implementata utilizzando il chip di comunicazione del protocollo ZMi.

Il powerbank utilizza due batterie da 10.000 mAh per fornire una robusta capacità di 20.000 mAh. Al fine di migliorare la dissipazione del calore, il dispositivo viene fornito con una grande quantità di pasta termica di grafite all’interno.

Insomma, la tecnologia che è all’interno di Xiaomi Mi Powerbank 3 Pro è immensa, cosa a cui sicuramente non si pensa nel momento in cui bisogna decidere quale powerbank acquistare.

Via

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.