Smartphone

Xiaomi Mi MIX 3 ha la terza miglior fotocamera frontale per DxOMark

Xiaomi Mi MIX 3 DxOMark selfie
Aliexpress WW

La redazione di DxOMark è famosa per testare le fotocamere posteriori degli smartphone. Tuttavia, adesso ha incominciato a testare anche le fotocamere frontali, stilando una classifica differente. Ebbene, in termini di selfie, lo Xiaomi Mi MIX 3 si è posizionato al terzo posto (al sesto invece per la fotocamera posteriore)

Vantando alcuni punti di forza, incluso l’hardware che non si vede spesso sulle fotocamere frontali, Xiaomi Mi MIX 3 ha dato prova di forza durante i test. Le immagini tradizionali e bokeh sono eccellenti, e anche le nozioni di base, con esposizioni mirate e precise garantiscono una buona luminosità dei volti nella maggior parte delle condizioni di test, insieme a risultati molto buoni in condizioni di scarsa illuminazione. I risultati cromatici per Mi MIX 3 sono anche molto buoni e vicini ai migliori dispositivi sono stati testati finora.

Anche la conservazione dei dettagli è elevata, specialmente su soggetti statici ripresi a distanza ravvicinata in condizioni di illuminazione da interni ed esterni. Anche la resa del colore è generalmente accettabile, e sebbene il bilanciamento del bianco sia un po’ incoerente con una leggera sfumatura giallo / verde in condizioni esterne, il colore si accentua un po’ di più quando il bilanciamento del bianco è accurato.

Non è comunque tutto rosa e fiori. Le principali opportunità di miglioramento ruotano attorno all’incremento della gamma dinamica, della profondità di campo, del bilanciamento del bianco in condizioni di scarsa illuminazione e della riduzione del rumore.

Il rumore è un’area di miglioramento significativa, con un po’ di luminanza e rumore cromatico visibili in tutte le condizioni, anche in condizioni di luce intensa, dove è evidente sia sui volti che negli sfondi. La lente a fuoco fisso assicura una buona nitidezza a distanza ravvicinata ed evita qualsiasi irregolarità di messa a fuoco in condizioni di scarsa illuminazione, ma la ridotta profondità di campo significa che i soggetti più distanti dalla fotocamera, così come gli sfondi in genere, sono sfocati.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.