Xiaomi

Lu Weibing entra nella dirigenza di Xiaomi

Lu Weibing dirigenza Xiaomi

Xiaomi ha annunciato ufficialmente che Lu Weibing, l’ex presidente di Jinli, è entrato nella compagnia, ma non ha annunciato i suoi compiti specifici. Lu Weibing è entrato a far parte di Jin Li nell’aprile del 2010, dove ha ricoperto la carica di presidente del gruppo Jinli ed è stato responsabile del business oltreoceano di Jinli Mobile. Ha anche trascorso 7 anni lavorando per Gionee.

Nel novembre 2017, Jin Li ha confermato che Lu Weibing si era dimesso. Ha continuato a fondare Shenzhen Chenghao Technology Co., Ltd. nello stesso anno per sostituire il business OEM di Jinli all’estero.

Nel 2018, a Jinli è scoppiata una crisi finanziaria e ci sono stati problemi con la tecnologia Chenghao. Nel luglio di quest’anno, Lu Weibing ha fondato Chenghao Technology Holdings, con Xiaomi Communication che detiene il 19% delle azioni.

In precedenza, è stato riferito che Lu Weibing si sarebbe unito a Xiaomi come vice presidente, o come responsabile per il mercato estero di Xiaomi. Oggi la conferma è avvenuta ufficialmente, anche se non sappiamo precisamente quale ruolo riveste.

Attualmente, l’attività internazionale di Xiaomi è guidata da Wang Xiang, vicepresidente senior di Xiaomi. Ha ricoperto la carica di Senior Vice President di Qualcomm e Presidente della Greater China e vanta una vasta esperienza nei mercati esteri.

Allo stesso tempo, anche la globalizzazione di Xiaomi nel 2018 ha fatto buoni progressi. Nel terzo trimestre, le sue entrate internazionali hanno contribuito con 22,3 miliardi di yuan (3,2 milioni di dollari), con un incremento del 112,7% rispetto all’anno precedente, che rappresenta il 43,9% delle entrate totali del gruppo.

Sebbene Lu Weibing fosse precedentemente responsabile per il business all’estero di Jin Li, il cambiamento di business internazionale del colosso cinese in questo momento è molto improbabile. Rapporti non confermati suggeriscono che Lu Weibing sarà responsabile della serie Xiaomi Redmi e questo potrebbe rafforzare il suo business all’estero.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.