Senza categoria

Huami, azienda partner di Xiaomi, lancerà un “wearable rivoluzionario” nel 2019

Nubia AlphaNubia Alpha

Il CEO di Huami, Huang Wang, è stato presente al TechCrunch di Shenzhen dove ha condiviso alcuni dettagli chiave dell’azienda e delle sue operazioni. In particolare, l’azienda partner di Xiaomi, ha indicato che nel 2019 porterà sul mercato un “wearable rivoluzionario”.

Durante l’evento, il signor Wang ha rivelato che Huami lancerà un dispositivo indossabile del tutto fuori dall’ordinario nel 2019. Sfortunatamente, non ha divulgato ulteriori informazioni sul prossimo gadget ma, a giudicare dai suoi commenti all’evento, in cui ha affermato che “gli smartwatch sostituiranno gli smartphone in futuro“, possiamo immaginare che abbia a che fare con la rivoluzione degli schermi flessibili che partirà effettivamente nel 2019.

Se ricordate bene, all’IFA 2018 Nubia ha mostrato il suo prototipo di Nubia Alpha (immagine di copertina), che era essenzialmente uno smartphone al polso dotato di display flessibile che, all’occorrenza, poteva arrotolarsi al polso e funzionare come uno smartwatch.

Huami potrebbe puntare a rilasciare un dispositivo intelligente simile l’anno prossimo, ma per ora, questa è solo una speculazione.

Durante l’evento, il CEO di Huami ha anche fornito alcuni dati circa le vendite avute dall’azienda nel’ultimo periodo. Egli ha sottolineato che fino al 2017, le vendite totali di Huami hanno superato 18,1 milioni e la base utenti era ben al di sopra dei 56,1 milioni. Inoltre, il recente rilascio di Mi Band 3 a livello internazionale (ricordiamo che i wearable di Xiaomi sono prodotti da Huami) ha permesso vendite di più di 10.000 unità negli ultimi cinque mesi. Anche la Mi Band 2, che ha goduto di una lunga permanenza nel mercato, ha venduto più di 30 milioni di unità in tutto il mondo.

È bene notare che che queste cifre sono precedenti al giorno dell’11 / 11, in cui entrambi questi dispositivi molto probabilmente hanno venduto moltissime unità.

Infine,  il signor Wang ha anche aggiunto che proprio come Xiaomi, anche Huami non vuole essere etichettata come un’azienda di hardware. Ha detto che le persone considerano Huami un’azienda di hardware, tuttavia, la società si posiziona come un’azienda di big data per lo sport e la salute.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.