Smartphone

Xiaomi Redmi Note 6, tutto quello che sappiamo prima della presentazione

xiaomi-redmi-note-6

Il prossimo 6 novembre Xiaomi terrà una conferenza di presentazione in Cina dove è previsto l’annuncio di un nuovo smartphone. Xiaomi non ne ha fatto parola ma le molte indiscrezioni che stanno circondando l’evento indicano che si tratterà dello Xiaomi Redmi Note 6 (stesso smartphone del Redmi Note 6 Pro presentato in Thailandia alla fine di settembre).

Un’immagine promozionale trapelata del Redmi Note 6 è stata avvistata su Weibo e afferma che lo smartphone è dotato di quattro fotocamere e di una funzione di sfocatura del ritratto che sfrutta la AI.

Il prezzo di vendita dello smartphone in Cina sarà di 999 Yuan e la disponibilità alla commercializzazione sarà a partire dall’11 novembre.

Non ci sono invece segreti sulle caratteristiche tecniche, dal momento che si tratterà della stessa scheda tecnica del modello presentato in Thailandia

A bordo quindi troveremo uno schermo IPS LCD con notch da 6,26 pollici che offre un rapporto di aspetto 19:9 e una risoluzione Full HD+. Ad alimentare il tutto ci pensa il chipset Qualcomm Snapdragon 636 con un’autonomia molto elevata garantita dalla batteria da 4.000 mAh.

Sul fronte fotografico, lo Xiaomi Redmi Note 6 sarà dotato di una doppia fotocamera da 12 MP + 5 MP sul retro e di una doppia fotocamera da 20 + 2 MP anche sul davanti.

Il sistema operativo a bordo sarà  Android 8.1 Oreo chiaramente personalizzato con la MIUI ROM.

Come solito per Xiaomi, lo smartphone arriverà in 3 varianti di memoria:

  • 3 GB di RAM + 32 GB di memoria interna
  • 4 GB di RAM + 64 GB di memoria interna.
  • 6 GB di RAM + 64 GB di memoria interna.

Infine, troviamo che lo Xiaomi Redmi Note 6 sarà offerto, se la politica di lancio in Cina sarà la stessa di quella in Thailandia, nelle colorazioni nero, blu, oro rosa e rosso.

Certo è che Xiaomi non ha per niente una politica di lanci che semplifica la scelta agli utenti, visto che modelli identici ma con nomi diversi vengono venduti in mercati diversi. A questo proposito, ci piacerebbe molto di più se Xiaomi adottasse una politica simile ad Apple con una semplicità nella nomenclatura dei suoi prodotti elevata.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.