Smartphone

Xiaomi Black Shark spodestato dal trono di smartphone più potente ad ottobre

Xiaomi Black Shark

Negli ultimi mesi, la lista dei 10 smartphone Android con le migliori prestazioni di AnTuTu è stata guidata da modelli con a bordo lo Snapdragon 845 e, in particolare, dallo Xiaomi Black Shark. La classifica per il mese di settembre era addirittura completamente popolata da modelli con SD845.

Oggi, la piattaforma di benchmarking ha pubblicato l’elenco dei migliori 10 telefoni Android con prestazioni migliori per il mese di ottobre. Per la prima volta da quando è sul mercato, lo Xiaomi Black Shark è stato spodestato e no, non dal nuovo Xiaomi Black Shark Helo.

Le prime tre posizioni della lista sono state prese in carico dagli smartphone Mate 20, Mate 20 Pro e Mate 20 X con chipset Kirin 980. Come si può vedere nell’immagine qui sotto, la prima posizione è detenuta dal telefono Huawei Mate 20 che ha registrato 311.840 punti medi; la seconda posizione va a Mate 20 Pro che ha raggiunto in 307.693 punti; al terzo posto il Mate 20 X ha un punteggio di 303.112.

Scendendo dal podio, trova spazio lo Xiaomi Black Shark Helo che ha raggiunto quota 301.757 sulla piattaforma di benchmarking. Il modello originale Xiaomi Black Shark è passato dall’essere primo all’essere quinto con 293.544 punti.

Il Meizu 16th annunciato ad agosto è al sesto posto con un punteggio di 293.554. La settima posizione va a OnePlus 6 che ha raggiunto un punteggio di 292.371. Il telefono ASUS ROG (291,701), lo Smartisan R1 (291,102) e il Nubia Z18 (290,332) sono i telefoni rimanenti che sono presenti nell’elenco dei migliori 10 smartphone Android con prestazioni migliori per ottobre.

AnTuTu ha dichiarato che i suddetti punti per ogni smartphone non sono il punteggio di benchmark più alto, ma una media dei loro punteggi.

Gli smartphone come Xiaomi Mi MIX 3, OnePlus 6T e Honor Magic 2 che sono stati annunciati alla fine del mese precedente non sono ancora stati testati a sufficienza (2000 volte) per poter entrare in classifica. Probabilmente la cosa cambierà con la classifica di novembre.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.