Xiaomi

Mercato smartphone in calo ma Xiaomi sorride con un +25%

Xiaomi-Logo

In una nuova relazione di Counterpoint, si è riscontrato che le vendite globali di smartphone sono scese per la prima volta fino al 3% nel terzo trimestre del 2018 che, in termini numerici, significa vendite di 386,8 milioni di unità. Dopo essere cresciuti in media del 16% negli ultimi cinque anni, il mercato degli smartphone sta assistendo a un rallentamento con un calo complessivo dell’1% quest’anno. Le uniche due aziende a sorridere però sono Xiaomi e Huawei.

In totale, Samsung ha spedito 72,3 milioni di smartphone e si è classificata al primo posto, ma è diminuita del 13% sulla base delle statistiche anno su anno. Apple ha mantenuto un costante aumento dello 0,1% nel totale. Huawei, Xiaomi e HMD hanno assistito a una crescita considerevole. In particolare, le spedizioni di Huawei sono aumentate a 52 milioni di unità (aumento del 33% rispetto all’anno precedente) e Xiaomi ha avuto 35,7 milioni di vendite con un aumento del 25% su base YoY.

Stranamente, Xiaomi ha avuto maggiore successo in campo internazionale rispetto a quanto avuto nel territorio cinese. Xiaomi ha infatti registrato una crescita dell’83% sul mercato internazionale mentre del 16% del mercato nazionale. Tale crescita all’infuori dei confini è dovuta in minima parte all’espansione verso l’Europa e per la maggior parte grazie al mercato indiano.

Tornando al rallentamento generale del mercato degli smartphone, molte ragioni possono essere citate come la causa principale del rallentamento, come ad esempio il rallentamento dell’economia globale, l’aumento delle tariffe commerciali, l’aumento del prezzo dei telefoni, ecc. Nonostante Xiaomi e Huawei, tutti gli altri grandi marchi come Samsung, Apple, LG e altri hanno assistito a un calo delle vendite.

Molti mercati hanno già raggiunto un punto di saturazione per la nuova domanda di smartphone e dipendono dalla domanda di sostituzione“, ha scritto nel rapporto il direttore della ricerca di contrappunto Tom Kang. “L’acquisto di un dispositivo più costoso comporta l’estensione della durata dei cicli di sostituzione, soprattutto quando i tuoi guadagni sono limitati.”

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.