Smartphone

Xiaomi Pocophpne F1 riceverà a breve il supporto per Netflix in HD

Xiaomi Pocophone F1

Considerando le specifiche tecniche di Xiaomi Pocophone F1, è un vero peccato che la mancanza del supporto allo standard Widevine L1 DRM non permetta a coloro l’hanno acquistato di godersi filmati in HD sui servizi in streaming a pagamento come Netflix e Amazon Prime Video. Fortunatamente però, Xiaomi ha annunciato che a breve verrà rilasciato un aggiornamento che integrerà il supporto ai Widevine L1 DRM.

Xiaomi è stata abbastanza vaga sull’argomento però, segnalando che rilascerà inizialmente l’aggiornamento in versione beta entro la fine dell’anno per poi verificare la bontà del nuovo sistema e decidere quando rilasciare l’update anche in forma stabile.

Per chi non lo sapesse (Wikipedia):

Widevine DRM è un componente di gestione dei diritti digitali del browser web Google Chrome e Android MediaDRM. Widevine è uno schema di crittografia leader per la distribuzione sicura delle licenze e la protezione della riproduzione di video su qualsiasi dispositivo consumer. I creatori di contenuti, gli MSO e altre società di media aziendali possono utilizzare Widevine per garantire la monetizzazione dei contenuti su tutti i dispositivi.

Google ha acquistato Widevine nel 2010 nel tentativo di approfondire il supporto per le aziende di media e intrattenimento, velocizzare i flussi video di YouTube e assistere lo streaming Android  adattivo. Widevine non applica commissioni sui prodotti da utilizzare con la generazione di licenze o integrazioni di dispositivi.

Ricordiamo che in casa Xiaomi praticamente nessuno smartphone di fascia media o bassa supporta questa tecnologia, il che può essere abbastanza seccante visto che alcuni dispositivi si prestano particolarmente alla riproduzione multimediale grazie ai display di dimensioni generose (MI Max 3 in primis, ma anche Mi Mix 2, MI Mix 2S, Redmi Note 5, Redmi Note 6 ed altri hanno display da almeno 6 pollici).

Speriamo che lo Xiaomi Pocophone F1 faccia d apripista e che Xiaomi si impegni a supportare i Widevine L1 DRM sui futuri smartphone.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.