Xiaomi

Xiaomi ci manda su Marte con il suo design di casa marziana

Xiaomi casa marziana

Di prodotti strani e decisamente inusuali di Xiaomi ne troviamo molti ma il progetto di una casa marziana che dovrebbe permettere la sopravvivenza dei primi coloni nel Pianeta Rosso è senza dubbio al top.

Il ” MARS Case” è pensato con l’architettura OPEN ed è stato sviluppato in collaborazione con la società cinese di elettronica Xiaomi per sfidare le idee esistenti dello spazio abitativo, proponendo al contempo nuove possibilità per il futuro.

Duecento anni fa, Henry Thoreau si ritirò dalla società e si trasferì da solo a Walden per riflettere sulla natura della vita semplice”, dice il team di progettazione. “Oggi, in un’epoca di crisi ambientali e consumo materiale apparentemente infinito, dobbiamo chiederci: quali sono i nostri bisogni essenziali?”

Dal punto di vista fisico, la casa marziana immaginata da Xiaomi è un luogo di energia auto-circolante e zero rifiuti, contenuto in un modulo leggero, compatto, di 2,4 x 2,4 x 2 metri. Concepito come un “prodotto industriale”, tutti i componenti di servizio della casa e gli spazi di vita gonfiabili possono essere ripiegati e conservati per un facile trasporto.

Xiaomi casa marziana

L’abitazione cerca di combinare l’architettura con le attuali linee di prodotti pensati per la domotica da Xiaomi, che possono essere collegate in modalità wireless e controllate tramite smartphone.

Sfruttando e riciclando calore, acquee reflue, condensa e altri sottoprodotti generati da ciascun individuo, la casa recupera energia, aria e acqua in un ecosistema chiuso e autosufficiente, riducendo al minimo il consumo di nuove risorse.

Il prototipo di casa marziana di Xiaomi rimarrà visibile al di fuori dello stadio nazionale di Pechino fino al 4 novembre 2018.

Il design della casa marziana di Xiaomi immagina che l’umanità sia costretta a stabilirsi su Marte, dove non c’è altra scelta che ridurre il consumo energetico eccessivo del nostro stile di vita “terrestre”. In questo scenario, è possibile tenere solo gli elementi essenziali, mentre il riutilizzo e il riciclaggio sono fondamentali.

Quando troviamo nuovo apprezzamento in ogni goccia d’acqua, ogni boccone di cibo e ogni respiro d’aria, alla fine scopriremo la libertà di una vita veramente semplice? È questo che dovremmo definire la casa ideale del futuro?

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.