Smartphone

Alcuni Xiaomi Mi A2 stanno riscontrando anomali consumi energetici legati al sensore di impronte

Xiaomi Mi A2

Xiaomi ha lanciato lo Xiaomi Mi A2 un paio di mesi fa come il perfetto successore del Mi A1 dello scorso anno. Entrambi i modelli rientrano nel programma Android One di Google e questo li ha resi piuttosto interessanti per i fan di Xiaomi fuori dalla Cina. Questo perché non solo i dispositivi con sistema operativo Android puro offrono un’esperienza utente coerente ma hanno un periodo di aggiornamenti garantiti di 2 anni (3 se si considera quelli di sicurezza).

Tuttavia, per alcuni utenti di Xiaomi Mi A2, l’esperienza non è stata così amichevole. Ci sono infatti segnalazioni di un massiccio consumo energetico della batteria che è apparentemente causata da un bug legato al sensore di impronte digitali.

Lo scaricamento della batteria si verifica perché tutti i core della CPU sono costantemente collegati a velocità massime, ma ciò che lo causa non è noto esattamente. Tuttavia, vi è un consenso tra la maggior parte di coloro che sono interessati dal problema che il consumo anomalo della batteria potrebbe essere causato da un errore che interessa il sensore di impronte digitali. Questa però potrebbe non essere la causa definitiva, poiché alcuni utenti continuano a segnalare che il problema persiste nonostante la rimozione di tutte le impronte digitali memorizzate.

Alcuni utenti hanno rilevato una soluzione rapida, ovvero riavviare lo Xiaomi Mi A2 ogni ora o due. Questo sicuramente non è una soluzione permanente in quanto il problema emerge ancora dopo un paio d’ore.

Altre correzioni suggerite come l’eliminazione dei Google Play Services e il ripristino dei dati di fabbrica non hanno avuto esito positivo nel risolvere il problema.

Sfortunatamente, una correzione potrebbe non arrivare immediatamente. Il team di sviluppo di Xiaomi infatti deve ancora riconoscere la causa del problema. Considerando che il problema non interessa tutti gli utenti di Xiaomi Mi A2, è possibile anche che si tratti di un problema legato all’hardware.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.