Xiaomi

Come mai Xiaomi ha investito nella startup ZestMoney?

Xiaomi investe su ZestMoney

Una serie di finanziamenti alla startup ZestMoney sono stati erogati per un totale di 13,4 milioni di dollari, con il principale finanziatore individuabile in Xiaomi. Ma come mai Xiaomi ha voluto investire su questa società?

La startup, gestita da Camdem Town Technologies Pvt. Ltd, ora ha un valore di 22 milioni di dollari e può continuare al meglio le suo operazioni. Già, ma di cosa si occupa?

ZestMoney offre agli acquirenti online la possibilità di aprire conti istantaneamente con le banche che forniscono prestiti. Gli utenti possono quindi usufruire di rate mensili equivalenti (EMI) per effettuare acquisti senza dover utilizzare una carta di credito. L’avvio raccoglie dati da varie fonti, tra cui uffici di informazioni creditizie, per aiutare gli utenti a decidere. Ciò significa che anche i clienti che non hanno ricevuto prestiti in passato possono ottenere un EMI abilitato per ZestMoney.

La società prevede di utilizzare i fondi per rafforzare le proprie capacità in termini di tecnologia e dati e di estendere i casi d’uso per il prodotto di base ZestMoney Affordability per renderlo la soluzione di finanziamento preferita per il consumatore digitale.

Lizzie Chapman, co-fondatrice e chief executive di ZestMoney, ha dichiarato che Xiaomi ha realizzato con successo prodotti legati al credito digitale in Cina. “Hanno costruito uno dei marchi più amati in India e hanno una filosofia appassionatamente incentrata sui consumatori che ha risentito profondamente dei nostri valori come azienda“, ha affermato.

ZestMoney e Xiaomi hanno lanciato Mi Finance lo scorso anno, consentendo ai clienti del colosso cinese in India di acquistare gli smartphone e i vari accessori tramite una EMI senza interessi, ha dichiarato la società.

ZestMoney collabora anche con gli e-commerce Amazon, Flipkart, Zefo e con la società hi-tech UpGrad. Quest’anno, la startup ha l’obiettivo di espandere i suoi servizi nei settori dei viaggi e della sanità, oltre a creare più prodotti di credito.

Insomma, Xiaomi sta espandendo sempre di più la propria presenza differenziando al massimo gli investimenti e assicurandosi “un pezzo di tutto”.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.