Smartphone

Xiaomi Pocophone F1 recensito ancor prima della presentazione ufficiale

Xiaomi Pocophone F1

Mentre la maggior parte di noi sta aspettando di vedere l’importantissimo Xiaomi Pocophone F1, il “flagship-killer” che verrà ufficialmente lanciato il 22 agosto, la redazione di Android Authority ha apparentemente trovato il modo di mettere le mani sul dispositivo prima di quel giorno, svelando praticamente tutte le caratteristiche e le caratteristiche del primo modello del nuovo brand.

Lo smartphone non sembra portare nulla di nuovo che non sapevamo già dalle indiscrezioni precedenti. Ciò nonostante, ora abbiamo la conferma diretta da Android Authority.

Il Pocophone F1 è dotato di una struttura in metallo e plastica con un ampio display LCD IPS da 5,99 pollici con una risoluzione di 1080 x 2246 (Full HD+) e un rapporto di forma 18:9. Lo smartphone è alimentato dal fiore all’occhiello Qualcomm Snapdragon 845 (lo stesso usato su Mi 8 e Mi MIX 2S) abbinato a 6GB di RAM e 64GB di memoria interna (espandibile tramite microSD).

Per quanto riguarda il comparto fotografico, sulla scocca posteriore troviamo una combinazione di due fotocamere da 12 megapixel + 5 megapixel, simile alla configurazione vista già sul del Mi 8 SE. Sul davanti invece è presente una fotocamera da 2′ megapixel.

Per la gioia di molti, il Pocophone  F1 è dotato di una massiccia batteria da 4000mAh che dovrebbe garantire un’autonomia decisamente maggiore rispetto agli altri top di gamma concorrenti. In aggiunta a ciò, c’è un pratico jack audio da 3,5 mm per coloro che non hanno digerito la sua assenza sul Mi 8.

Altre specifiche includono un sensore a infrarossi per Face Unlocking, 1x connettore USB Type-C, Bluetooth 5.0 LE e connettività LTE 4G su bande: 1/3/7/8/20/38/40. Dal punto di vista software, lo smartphone esegue la MIUI 9.8 basata su Android 8.1 Oreo.

Appuntamento quindi al 22 agosto quando “scopriremo” ciò che adesso preme maggiormente sapere: il Pocophone F1 sarà immediatamente disponibile anche in Europa o inizialmente sarà solo un’esclusiva indiana?

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.