Smartphone

Xiaomi Mi Note 2: download e guida all’installazione di LineageOS 15.1

Xiaomi Mi Note 2Xiaomi Mi Note 2

Pur non essendo un’azienda che rilascia in maniera celere i sorgenti kernel dei propri smartphone (nell’ultimo periodo si è un po’ ripresa), Xiaomi si sta rendendo conto sempre di più di avere degli smartphone molto popolari nelle varie community di modding. Ultimo esempio di ciò è lo Xiaomi Mi Note 2 che, da qualche ora, ha ricevuto una versione ufficiale di LineageOS 15.1.

Per chi non lo sapesse, la LineageOS 15.1 è una ROM Custom basata sul codice AOSP di Android 8.1 Oreo. Insomma, essa permette di avere l’ultimissima versione di Android con una UI quasi del tutto stock (sono presenti minime personalizzazioni).

Lo Xiaomi Mi Note 2, ormai sul mercato da diverso tempo, rimane ancora una delle migliori scelte che è possibile fare in ambito Xiaomi. Esso infatti può contare su di un hardware di tutto rispetto anche nel 2018:

  • Display curvo 5.7″ fullHD OLED, 77.2% screen-to-body ratio, NTSC 110%
  • Processore Qualcomm Snapdragon 821 quad-core fino a 2.3 GHz
  • Sistema Android 6.0.1 Marshmallow personalizzato MIUI 8
  • RAM 4 o 6GB LPPDDR4
  • Memoria interna 64 o 128GB UFS 2.0
  • Fotocamera posteriore da 23MP (Sony IMX 318) f/2.0, EIS, PDAF, flash LED
  • Fotocamera frontale da 8 PMP (Sony IMX 268) f/2.0 con autofocus
  • Sensore ultrasonico
  • Connettività Wi-Fi, NFC, 24bit HiFi Sounds Support, jack 3.5 mm, USB Tipo C, SAP GPS
  • Batteria 4070 mAh compatibile Quick Charge 3.0

Guida all’installazione

Nel caso voleste provare l’esperienza dell’ultimissima versione Android con qualche spruzzo di personalizzazione da parte del team di LineageOS sul vostro Xiaomi Mi Note 2 (ricordiamo che si tratta di una versione ufficiale), vi basterà seguire la seguente procedura passo passo (necessita di una TWRP recovery):

  • Effettuare un Nandroid backup in caso di eventuali problemi
  • Scaricare la ROM in formato .zip e le Google Apps in formato .zip (opzionale)
  • Riavviare lo smartphone in modalità recovery
  • Effettuare il wipe di dalvik, cache, data e system
  • Flashare la ROM;
  • Effettuare il flash delle Google Apps;
  • Eseguire il flash del pacchetto superuser;
  • Riavviare lo smartphone normalmente.
Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.