Xiaomi

Xiaomi adocchia anche il mercato armeno

Sappiamo bene che Xiaomi ha creato la propria fortuna nel mercato cinese per poi espanderla drasticamente grazie al mercato indiano. Sappiamo anche che l’obiettivo per il 2018 è quello di aumentare il numero di smartphone da vendere fino a raggiungere la quota di 100 milioni. Ebbene, oltre all’espansione in Europa, il raggiungimento della quota sarà anche agevolata dalle vendite nel mercato dell’Armenia.

Dal punto di vista della tecnologia mobile, l’Armenia è senza dubbio un mercato ancora in fase di sviluppo, il che lo rende terreno fertile per un’azienda come Xiaomi.

La catena di negozi Beeline, in collaborazione con Smart Orange (rappresentante ufficiale di Xiaomi), ha lanciato un programma di partnership per la vendita di smartphone che andrà a beneficiare entrambe le aziende.

Beeline e Xiaomi hanno organizzato una promozione a marzo per gli smartphone Redmi 5A. Il successo della promozione ha dimostrato l’interesse dei consumatori armeni verso questo marchio. Abbiamo venduto un numero senza precedenti di smartphone di questo modello: più di 4000 in un mese, il che rende il 50% delle vendite totali di smartphone negli uffici di Beeline il mese scorso. In parte, la tendenza era supportata dalla promozione “check-check-none”, che offriva condizioni vantaggiose per l’acquisto di smartphone moderni e di qualità pagando la tariffa di connessione per 12, 18 o 24 mesi anziché interessi e commissioni aggiuntive. – Chief Commercial Officer at Beeline Armenia Hayk Karapetyan

Certo, come potete vedere dai numeri di cui si parla, la partnership non è destina a far aumentare considerevolmente il numero di vendite nel breve periodo. Tuttavia, è un chiaro segno di come Xiaomi voglia fare di tutto al fine di imporre il proprio marchio nei mercati emergenti in cui non vi è molta concorrenza delle altre aziende di livello mondiale quali Samsung, Apple e Huawei.

Il piano a lungo termine di Xiaomi sembra quindi essere molto solido e senza crepe apparenti. Staremo a vedere se nel prossimo futuro la crescita avuta in questi mercati verrà traslata anche nel mercato italiano.

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.