Smartphone

Come abilitare le Camera2 API su Xiaomi Mi A1 e mantenere il supporto agli OTA

Xiaomi Mi A1

Lo Xiaomi Mi A1 rappresenta sicuramente uno dei migliori smartphone nella fascia medio bassa del mercato. Grazie ad Android One, si ha accesso a una versione quasi del tutto stock di Android i cui aggiornamenti sono gestiti da Google (ma rilasciati sempre da Xiaomi).

Attraverso una semplice guida che però richiede i permessi di root e lo sblocco del bootloader, vi mostriamo come abilitare le Camera2 API sullo Xiaomi Mi A1 e allo stesso tempo non compromettere la ricezione di aggiornamenti OTA.

Per chi non lo sapesse, le Camera2API sono state introdotte con Android Lollipop e permettono una migliore gestione della fotocamera (agiscono a livello di elaborazione delle immagini). Stranamente però, pur supportandole nativamente, nello Xiaomi Mi A1 non sono abilitate di default.

La guida, come detto in precedenza, è abbastanza semplice in quanto bisogna solo utilizzare ADB e digitare i comandi che vi mostreremo. Tuttavia, è necessario avere i permessi di root e il bootloader sbloccato. Nel caso aveste questi requisiti va bene ma, in caso contrario, potete seguire questa procedura che vi linkiamo attraverso il software Magisk.

Guida all’abilitazione delle Camera2 API

Fatto ciò, ecco la procedura da seguire:

  • Abilitare ADB nelle opzioni sviluppatore;
  • Collegare lo smartphone al PC e aprire un prompt dei comandi digitando “adb shell”
  • Successivamente digitate “su”. Lo smartphone vi chiederà di concedere i permessi di root. Accettate e proseguite sul PC
  • Digitare “setprop persist.camera.HAL3.enabled 1”
  • Riavviare lo smartphone e disinstallare il Magisk manager
  • Riavviare nuovamente lo smartphone per verificare che tutto funzioni correttamente
  • Digitare “adb reboot-bootloader”
  • Ri-bloccare il bootloader con il commando “fastboot oem lock”

Insomma, si tratta di un qualcosa che necessita solo la digitazione di speciali comandi su ADB. Il tutto non può che richiedere, se eseguito correttamente, più di 5 minuti.

Ricordiamo ancora una volta che la procedura che vi abbiamo mostrato non solo abilita le Camera2 API per lo Xiaomi Mi A1 ma permette di mantenere inalterata la ricezione degli aggiornamenti OTA (patch di sicurezza e aggiornamenti software).

Lorenzo Spada

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.