Xiaomi

Xiaomi riuscirà a resistere alla concorrenza sempre più agguerrita?

La concorrenza che si sta venendo a creare fra i produttori di smartphone cinesi è sempre più agguerrita. Nonostante Xiaomi può contare su un ottimo appeal da parte degli utenti, affezionati veramente tanto ai suoi smartphone | 7 degli smartphone più utilizzati in Cina sono prodotti da Xiaomi |, è innegabile notare come Huawei, Meizu e tutti gli altri concorrenti stiano affilando le armi.

Volendo fare degli esempio molto recenti, Huawei ha presentato il nuovo Honor 5A dal costo di vendita inferiore persino ai 100 euro | Honor 5A vs Xiaomi Redmi 3 Pro: specifiche a confronto | mentre Meizu ha proprio ieri presentato il nuovo Meizu M3S che, al prezzo di circa 100 euro, offre uno smartphone dalle caratteristiche tecniche di fascia medio bassa | Meizu M3S vs Xiaomi Redmi 3 Pro: specifiche a confronto |.

Non dobbiamo poi dimenticare che la concorrenza di Xiaomi può contare su un audience decisamente più elevato, visto la loro operatività anche al di fuori dalla Cina, dall’India e dai pochi altri mercati in cui è presente Xiaomi.

Avendo analizzato tutto ciò, ci viene da chiederci se Xiaomi riuscirà ancora a “tenere botta” nei confronti di questi produttori oppure se la sua volontà di accrescere l’importanza del proprio marchio prima di approdare nei mercati occidentali comprometterà il suo cammino ed il suo successo. Voi che cosa ne pensate? Fare le cose con relativa calma beneficerà Xiaomi oppure bisognerebbe che prendesse spunto da OnePlus, Meizu e Huawei (per non parlare di ZTE che sta andando forte soprattutto negli USA) e dalla loro politica espansionistica?

Ovviamente questo nostro discorso si limita solamente agli smartphone, visto che nel settore wearable Xiaomi non ha nulla da invidiare a nessuno | Ecco perchè Xiaomi Mi Band 2 darà uno strappo deciso al mercato wearable |.

Lorenzo Spada

Nessun commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.